Festa di S. Mauro, i giovani iscritti al Circolo devoti puntano sulla spiritualità

Settimana di preparazione spirituale alla festa di S. Mauro che, nell’edizione di quest’anno, viene arricchita dalle iniziative del Circolo devoti di S. Mauro, coordinate dal Presidente Gabriele Pulvirenti. Intanto sabato sera è stato organizzata una conferenza dal titolo “Le origini del culto di S. Mauro: nuove ipotesi di ricerca”. Ha relazionato il giovane sacerdote locale Giuseppe Guliti, vice cancelliere della Curia arcivescovile di Catania, il quale con le sue ricerche, è giunto alla conclusione, fra l’altro, che il culto di San Mauro a Viagrande risalirebbe all’ anno 1.600, cioè ad oltre quattro secoli or sono, tesi sposata da sempre, nei servizi pubblicati sulla festa da questo giornale. Nella Messa di ieri mattina, benedizione degli abiti ex voto , con “scuzzitta” ai nuovi iscritti ed è piacevolmente sorprendente come si siano iscritti tantissimi giovani. Infine, sempre a cura del Circolo dei devoti, per la prima volta da quando si celebra il culto di San Mauro, è stata fissata, nella notte della vigilia della festa, una veglia Eucaristica sul tema: “La luce di Cristo nella notte di San Mauro”. Insomma i giovani oltre alle luminarie, agli spettacoli pirotecnici, ai concerti sinfonici, vogliono “immettere” nella festa del loro santo patrono, tanta spiritualità.
Paolo Licciardello “La Sicilia” del 10 Gennaio 2017 (pag. 28)