Viagrande. Il consiglio definisce il regolamento per le controversie tributarie

Il consiglio comunale di Viagrande, nell’ultima seduta, tenutasi martedì scorso, ha approvato ad unanimità, ( 8 voti della maggioranza e 2 dell’opposizione,  cinque i consiglieri assenti) un’importante delibera avente come oggetto il regolamento comunale per la definizione  agevolata delle controversie tributarie, esistenti tra i contribuenti e il Comune.  Ha introdotto l’argomento la capogruppo di maggioranza Sara Sciuto, proponendo un emendamento stilato dalle 2^ commissione consiliare e riguardante il numero di rate che l’amministrazione comunale può concedere per il pagamento delle tasse comunali superiori ai 2.000 euro. L’intervento della capogruppo Sciuto, in un primo momento, non ha convinto i componenti del collegio dei revisori dei conti presenti in aula : ne è scaturito un dibattito e, ad un certo punto, il capogruppo di opposizione Piero Coco, ha chiesto la sospensione momentanea dei lavori,  accordata dal presidente del consiglio Domenico D’ Agata, al fine di far verificare ai revisori dei conti la documentazione esistente agli atti e, ad essi, non recapitata in tempo. Alla ripresa dei lavori, tutti sono stati d’accordo sull’ emendamento preparato dalla seconda commissione consiliare della quale presidente è Sara Sciuto. Il pagamento da parte dei contribuenti delle cartelle avverrà nel seguente modo: per importi inferiori a 2.000 euro, unica rata entro il prossimo 30 settembre. Importi superiori ai 2.000 euro, il 40% entro il  30 settembre  e il restante 60% in 6 rate bimestrali (ultima rata:30/09/2018).

“Paolo Licciardello” “La Sicilia” del 1 Settembre 2017 (pag.32)

www.lasicilia.it