Vandali e degrado nel rione San Vito Presto telecamere

Alcuni residenti del quartiere “S. Vito” che si estende dall’omonima chiesetta ai piedi del Monte Serra, in Via Poio, conglobando numerose strade realizzate dalla lottizzazione “Strano- Piazza” hanno segnalato lo stato di degrado nel quale versano alcune delle strade.  E cittadini hanno ragione: in alcuni tratti di marciapiedi sono scomparse numerose basole di pietra lavica . In via Antonello Da Messina, tanto per citarne una, i danni ai marciapiedi sono stati provocati dai mezzi pesanti i cui autisti, non avendo sufficienti spazi per le manovre, pizzicano i cordoli, agli angoli, e fanno saltare via le basole come se fossero birilli. C’è, anche, qualche vecchio “fungo” della pubblica illuminazione la cui plafoniera ha la lampada fusa o addirittura al “fungo” i soliti incivili hanno fatto saltare l’intera plafoniera.Amministrazione comunale, ovviamente, sotto accusa. Abbiamo girato le lamentele dei cittadini al vice sindaco Mauro Licciardello, assessore alla viabilità.<< Non nego- ha risposto l’assessore Licciardello- che nel quartiere ci siano marciapiedi privi di basole e angoli degli stessi smussati dai mezzi pesanti e noi, come amministrazione comunale, siamo consapevoli della situazione esistente nel quartiere S. Vito. E stiamo correndo ai ripari. Infatti, sarebbe una spesa inutile collocare le basole mancanti e far sistemare gli angoli dei marciapiedi smussati dai mezzi pesanti. Le basole mancanti sono state rubate: quindi prima di sostituirle, stiamo attendendo l’installazione di alcune video camere per poter sorvegliare la zona e con il nuovo piano viario vieteremo l’attraversamento del quartiere ai mezzi pesanti.»

“Paolo Licciardello” “La Sicilia” del 20  Settembre 2017 (pag.29)

 

www.lasicilia.it