Per lo Sporting Viagrande 3 punti e 2̊ posto

Gara tiratissima, più Viagrande nel primo tempo, ma ripresa appannaggio degli ospiti. Alla fine il Viagrande centra l’obiettivo di scavalcare proprio i termesi, agganciando al secondo posto la Tirrenia, preceduti solo dalla Jonica. Pressione di Manca e Spina sin dalle primissime battute, lo stesso giovanissimo esterno si oppone strenuamente al portatore di palla avversario, a supporto di capitan Spartà e compagni. Ospiti che guadagnano facilmente punizione dal limite dell’area, ben tre entro i primi venti minuti; sulla seconda e sulla terza Tilaro nega il gol a Genovese. Ritorna forte la pressione del Viagrande, Borzì viene atterrato in area, penalty trasformato da Santangelo che spezza la parità. Poi D’Urso batte un angolo la cui traiettoria è preda di Tomarchio, colpo di testa impeccabile e 2-0 in nemmeno mezz’ora. Nella ripresa ospiti più consci delle proprie possibilità, Triolo riceve finalmente ordine di spingere in avanti e in effetti aumenta il peso specifico della pressione in area Viagrande. Ennesima punizione da fuori area, ma Cagigi spreca.

Fronte opposto è Manca a fallire una conclusione solitamente nelle sue corse. I termensi cingono d’assalto l’area di Tilaro: su angolo, la perfetta inzuccata di Chillari accorcia le distanze, terzo gol della gara su palla inattiva.

Vincenzo La Corte “La Sicilia” del 20 novembre 2017 (pag. 40)

 

www.lasicilia.it