Trecastagni, santuario di S’Antonio

Chiesa di S. Antonio di Padova,   domenica scorsa, stracolma di fedeli  (  parecchi  rimasti fuori sul sagrato) per assistere all’ultima Messa celebrata, nel suo ruolo di Rettore, da don Carmelo Cavallaro che lascia per età e motivi di salute.                                                                      Nei suoi 18 anni di ministero pastorale  è riuscito a creare una fiorente comunità cristiana. Don Carmelo Cavallaro era stato nominato Rettore a Trecastagni, dopo i  25 anni di parrocco   nella Matrice di Viagrande, dalla cui comunità proveniva  la stragrande maggioranza dei fedeli che lo hanno seguito a Trecastagni , compreso il piccolo coro parrocchiale di  S. Antonio, il cui venerato simulacro,  durante la celebrazione, è stato “svelato”. Celebrazione densa di commozione: i fedeli e lo stesso  Padre Carmelo si sono lasciati  vincere dall’emozione.  Manuela Giuffrida, viagrandese, animatrice del  coro, in una lettera  ha scritto, fra l’altro: “ Sono certa di interpretare  il pensiero dei componenti del piccolo coro e di tutti quei viagrandesi, che l’hanno seguita con affetto, standole vicino anche nei momenti difficili…stia ben certo che non si libererà di noi, perché troveremo senz’altro le occasioni per incontrarci, ridere e pregare.”

“La Sicilia” del 03/05/2019(pag34)

http://www.lasicilia.it