Viagrande, piazza Scalatelli un “paradiso” di verde grazie al paziente lavoro di un gruppo di volontari

VIAGRANDE-  La piazza Umberto , nell’antico quartiere di Scalatelli, comunemente chiamata piazza Scalatelli,  è sempre tirata a lucido. Pulitissima, con le piante curate , modellate, innaffiate costantemente in modo che il loro “verde” sia costantemente tale, con l’acqua del laghetto della vasca realizzata in un angolo della piazza dinanzi alla statua della Madonna di Lourdes (alla quale è dedicato l’intero quartiere) sempre limpida ed i pesciolini rossi riforniti di cibo: insomma un piccolo angolo di paradiso che, forse, crea qualche piccola gelosia perché non tutti sanno che la cura di questa piazza è affidata, con regolare protocollo d’intesa con l’amministrazione comunale,  ad alcuni privati che fanno capo all’imprenditore Pippo (Giuseppe) Licciardello.

Molti pensano che ci sia una particolare attenzione dell’amministrazione comunale nei confronti di tale piazza ed altri, qualche giorno fa , hanno scritto sui social che, con l’avvicinarsi delle feste di quartiere avviene sempre una pulizia straordinaria nella piazze. In effetti qualche giorno fa nel quartiere Scalatelli sono state celebrate alcune funzioni religiose in onore della Madonna di  Lourdes, conclusasi poi, nella Chiesa Madre a causa delle  restrizioni imposte dal Covid 19, ma la piazzetta Scalatelli non è stata ripulita in occasione della festa.  Bisogna ricordare che resta pulita e curata anche durante tutto il resto dell’anno, grazie al lavoro di un gruppo ristretto di cittadini, “scalatiddoti” che sono legati al loro quartiere.

Questo gruppo di volenterosi cittadini , coadiuvati da altri volontari, ha anche provveduto a fornirsi di tutti gli attrezzi necessari per mantenere la piazza e il verde pubblico ( l’erba del prato, alberelli di tutte le dimensioni , fioriere e fiori),  rendendosi completamente indipendenti dall’organizzazione del Comune.

Insomma un nitido esempio di  spontanea collaborazione civica con la pubblica amministrazione per cercare di rendere più vivibile uno dei  quartieri storici del paese.

Paolo Licciardello “La Sicilia” 4 Settembre 2020 (pag. VIII)