Viagrande: in cimitero cancellate le funzioni per i defunti. Alla Pro loco consentito il gioco delle carte dopo otto mesi.

VIAGRANDE – Nell’ultimo Dpcm, nel capitolo riservato ai circoli culturali e ricreativi si legge : <<Sono consentite le attività ludiche che prevedono l’utilizzo di materiali di cui non sia possibile garantire una puntuale e accurata disinfezione, quali ad esempio carte da gioco, purché siano rigorosamente rispettate tutte le prescrizioni anti Covid 19>>.

Pertanto, dopo circa 8 mesi di assoluto divieto del gioco delle carte, il consiglio direttivo della pro Loco di Viagrande, appositamente riunito dal presidente Alfio Leone,  ne ha deliberato, all’unanimità,  il ritorno, con le limitazioni di sempre (si gioca solo di pomeriggio  e senza alcuna posta in palio):  saranno utilizzati tavoli più grandi (la Pro Loco li possiede di già), in modo che possano essere rispettate le distanze di sicurezza di 1 metro ) ed  un ricambio frequente  del mazzo di carte. La notizia è stata condivisa soprattutto dagli anziani che, per tanto tempo, sono stati privati di un  innocuo passatempo prezioso anche a curare, tra di loro,  i rapporti sociali.

Invece, sempre in ossequio  al nuovo Dpcm, il neo parroco Don Giuseppe Guliti, d’accordo con il sindaco Francesco Leonardi, ha revocato tutte le cerimonie religiose già in programma, nella ricorrenza dei Defunti nel monumentale cimitero di Via dei Cipressi e nell’attiguo nuovo ampliamento di via Aniante .

Il giorno 1 Novembre, domenica, il parroco e il diacono procederanno alla  tradizionale e rituale benedizione delle tombe.

Le Messe saranno celebrate nelle chiese parrocchiali della Matrice ( ore 8,30-11 e 18 e a San Biagio,  10,30 e 18,30) e giorno 2 Novembre , a S. Caterina  8,30, alla Matrice ore 11 e 18( per tutti i defunti) e a San Biagio( 18,30).

Paolo Licciardello

“La Sicilia” 19  Ottobre 2020 (pag. XI)