Viagrande. Negativi al tampone tutti gli impiegati municipali. Modificato l’orario di apertura del parco Aniante.

Tutti i dipendenti del Comune di Viagrande, anche coloro che, per vari motivi non erano in servizio, sono stati sottoposti, nei giorni scorsi, al tampone per verificare il loro stato di salute in riferimento al Covid 19 e ciò anche in concomitanza con l’isolamento fiduciario nel quale si era sottoposto il sindaco Francesco Leonardi, risultato comunque negativo. Anche i dipendenti sono risultati negativi, compreso tutto il personale che fa parte della polizia municipale. Come sede per lo screening sono stati scelti gli ampi locali del centro diurno per gli anziani di via della Regione, centro diurno dove, in atto, e sino alle nuove disposizioni delle autorità responsabili, sono state sospese tutte (ed erano tante) le attività alle quali davano vita le persone della terza età. Con apposito provvedimento, visto l’approssimarsi della scadenza in carica dei componenti del Comitato esecutivo delle Consulte ed anche della  presa d’atto della composizione del Comitato di Coordinamento delle Consulte Comunali (Consulta Anziani, Giovani, Cultura e Turismo, Sport, Operatori Economici), e tenendo in debita considerazione  le sopravvenute situazioni epidemiologiche da Covid 19 , al fine di evitare assembramenti e affollamenti di utenti presso gli uffici comunali,  le elezioni per il rinnovo della carica di componente del Comitato di Coordinamento delle Consulte Comunali vengono rinviate a data successiva a nuove disposizioni sull’emergenza Covid19 e la conseguente conferma “medio tempore” delle attuali cariche dei componenti. Si è reso necessario modificare anche l’orario di apertura e di chiusura del parco Aniante: con decorrenza immediata e sino alla data del 31 ottobre i cancelli del parco saranno aperti al pubblico alle ore 8 e la loro chiusura serotina sarà anticipata alle ore 20. Il personale della polizia municipale, le altre forze dell’ordine e gli addetti alla chiusura ed apertura della Villa sono incaricati della vigilanza.

Paolo Licciardello. “La Sicilia” 24 ottobre 2020 (pag. XII)