Viagrande. Offerta della cera a San Mauro presente delegazione di Sigonella.

Nella recente edizione della tradizionale festa di S. Mauro Abate (quattro secoli di vita alle spalle), nella caratteristica funzione dell’offerta della cera, era presente anche una delegazione dell’ospedale navale della base americana NAS di Sigonella, accompagnata dal responsabile delle relazioni esterne Alberto Lunetta.  La cerimonia dell’offerta  della cera, in verità, non ha tradizioni antiche: è stata inserita, in un già ricco programma di festeggiamenti, nel 2002 (parroco Alfio Bonanno, sindaco Vincenzo Sanfilippo) su suggerimento di un anziano devoto di San Mauro (che preferisce rimanere in incognito) al fine di rendere ancora più fastosa la festa alla quale si dedicano ogni anno un centinaio di persone fra commissione centrale, comitati dell’Uscita e dell’Entrata del Santo, e  giovani cantanti dei quartieri Scalatelli e S. Caterina. L’idea originale era quella di far inserire l’offerta della cera nella solenne processione della reliquia che si svolge la sera della vigilia della festa e che, partendo dalla chiesa Madre vi ritorna, dopo aver attraversato le principali vie del paese, con breve sosta nella Chiesa di S. Caterina. L’altra novità, inserita nell’offerta della cera, è stata quella di ammettere anche la partecipazione di due famiglie che hanno dato la loro adesione spontaneamente. 51 i gruppi partecipanti fra organi istituzionali, forze armate, comitati della festa, associazioni consulte comunali, gruppi parrocchiali, cooperative, complesso bandistico.

Paolo Licciardello. “La Sicilia” del 21 gennaio 2023 (pag. IX)